L’australiana “Rete Italia” taglia drasticamente le frequenze

Dal 22 agosto, Rete Italia Australia riduce drasticamente il numero di impianti che ritrasmettono il suo segnale, abbandonando la diffusione in FM e AM in buona parte dell’Australia. Lo ha reso noto un comunicato diramato dalla direzione dell’Italian Media Corporation. La decisione è stata presa per motivi economici.

Per 25 anni, Rete Italia è stata l’unica stazione italofona a trasmettere in ogni Stato australiano, ma una rete di così grandi dimensioni è diventata troppo onerosa per la società che gestisce la radio.
“Questa è stata una decisione che la direzione ha preso non molto dolore”, dice il comunicato, “ma è necessaria per salvaguardare il futuro della società, che quest’anno celebra il 60° anniversario di fondazione de Il Globo e il 72° de La Fiamma, i giornali editi dalla stessa società editrice che gestisce Rete Italia.
Secondo il comunicato diffuso dalla stessa Rete Italia, gli impianti chiusi sono:

  • Victoria: Mildura 89.1FM
  • New South Wales: Newcastle/Gosford 801AM; Wollongong 1575AM; Griffith 90.5FM
  • ACT: Canberra South 1638AM
  • Queensland: Gold Coast 1620AM; Atherton 99.1FM; Ingham 96.9FM; Mackay 1611AM; Rockhampton 1611AM; Gladstone1620AM; Toowoomba1620AM
  • South Australia: Mount Gambier 1629AM
  • Western Australia: Perth 657AM; Esperance 1611AM; Kalgoorlie 1611AM; Albany 1629AM
  • Northern Territory: Darwin 1611AM
  • Tasmania: Launceston 1611AM; Devonport 1611AM; Hobart 1611AM

Resteranno attive solo sei frequenze in AM ed una in FM:

  • Victoria: Melbourne1593AM; Shepparton1629AM; Swan Hill 87.6FM; Wangaratta1620AM
  • New South Wales: Sydney1539AM
  • Queensland: Brisbane 1620AM; Sunshine Coast 1620AM

I programmi di Rete Italia sono ascoltabili anche in streaming.

Precedente Morta Nadia Toffa, storica conduttrice de Le iene. Successivo Radio Donna: 1979... per non dimenticare