Maltempo in Abruzzo. Gravi danni.

Il maltempo sta colpendo l’Abruzzo con una violenza inaudita. Devastante grandinata a Pescara e su parte della costa abruzzese, con chicchi grandi come arance. Nel capoluogo adriatico, in particolare, il fenomeno ha provocato danni consistenti: auto danneggiate, parabrezza e vetri infranti, tetti danneggiati. Numerosi i danni e i disagi per la circolazione anche nell’entroterra. Grandine forte segnalata in numerosi altri centri: da Roseto a Montesilvano; da Pescara a Francavilla a San Giovanni Teatino; da Ortona a Vasto.
E dopo la violenta grandinata, un violento nubifragio. Ovunque si registrano allagamenti a cominciare da Pescara dove diversi quartieri risultano sommersi. Strade ridotte a fiumi in più punti e in pieno centro acqua fino a 10 cm con conseguenti gravi disagi alla viabilità. In tilt i centralini dei Vigili del Fuoco che stanno intervenendo cercando di rispondere alle numerosissime chiamate di soccorso. Completamente allgato il parcheggio silos dell’Ospedale di Pescara con decine di automobili letteralmente sommerse dall’acqua.
Il sindaco di Pescara, Carlo Masci, ha attivato il Centro operativo comunale (Coc) per gestire l’emergenza maltempo che in queste ore sta interessando la città.
Intanto risultano essere 18 le persone finite in ospedale a Pescara per le ferite provocate dai chicchi di #grandine. In ospedale anche una donna incinta. I pazienti, si apprende dall’Ansa, hanno riportato contusioni e ferite comunque non gravi.

Precedente Atri International Blues Festival dal 18 luglio Successivo La settimana dei divertimenti in Abruzzo