In corso Coordinamento ITU, entro aprile 2021 accenderemo le onde medie.

Al più presto, ma non prima del 30 marzo 2021, Nuova Radio inizierà le trasmissioni sperimentali sulla frequenza in onde medie di 603 KHz in luogo della frequenza di 1485 KHz precedentemente assegnata dal Ministero dello Sviluppo Economico. Dovremo ancora attendere poiché i tempi per il Coordinamento internazionale non sono proprio brevi, anche in virtù del recente cambio di frequenza concordato con il Mise per evitare possibili criticità interferenziali della risorsa inizialmente assegnata. 

Verificata la compatibilità con la situazione nazionale della frequenza di 603 KHz, il Ministero ha avviato la procedura di Coordinamento internazionale GE75 per lo spostamento dell’impianto a favore del nostro bacino di utenza. 

Nell’attesa stiamo già trasmettendo sul web in streaming. Naturalmente la programmazione non è ancora completa ma saremmo lieti di sapere se il nostro stile e la nostra musica (Creative Commons) sono di vostro gradimento: nuovaradio.am (at) gmail.com

La banda delle onde medie viene ora affidata a soggetti privati dopo che per decenni era stata concessa alla sola Radiotelevisione Italiana e dopo che questa ha iniziato a dismettere i propri impianti.
Le trasmissioni radio in onda media (OM oppure AM), indicate in inglese con Medium Wave (MW), sono in larga parte del mondo la forma tutt’oggi più utilizzata per diffondere programmi radiofonici sia pubblici che privati, commerciali o comunitari.

Precedente Paolo Pietrangeli, l'addio alla discografia con un album che parla d'amore. Successivo Tutto De Gregori, canzone per canzone, in 700 pagine.